Mi hanno chiesto denaro per una visura CRIF. Devo pagare?

Se qualcuno ti chiede denaro per una visura CRIF, sappi che si sta facendo pagare per fare una attività che puoi fare in autonomia.

L’esercizio del diritto di accesso ai dati presenti nelle banche dati di titolarità di CRIF è gratuito per le persone fisiche, mentre per le aziende comporta il pagamento di un contributo spese di 4 euro (IVA inclusa) nel caso vengano rilevati dati, oppure 10 euro (IVA inclusa) nel caso in cui non sia presente nessuna informazione.

Per le aziende, l’importo da pagare è indicato nella lettera di riscontro di CRIF, dove troverai anche le istruzioni per procedere con il pagamento che dovrà essere effettuato al ricevimento della lettera o comunque entro 15 giorni.

CRIF non ha delegato alcuna società o professionista a richiedere per suo conto il pagamento di detti importi. Qualora tu delegassi un soggetto terzo a inviare la tua richiesta di accesso a CRIF dovrai effettuare direttamente il pagamento; pertanto valuta attentamente eventuali costi del servizio che ti venissero richiesti.