Posso delegare un’altra persona ad accedere ai miei dati presenti sul SIC di CRIF?

È possibile delegare un’altra persona a presentare istanza di accesso ai dati presenti sul SIC di CRIF. Tuttavia, le persone che accedono tramite delega non devono avere alcun interesse nel conoscere i dati dell’interessato e possono trattare i dati personali così acquisiti solamente per finalità di tutela dei diritti dell’interessato. Il delegato nel momento in cui fa la richiesta a CRIF deve anche dichiarare per iscritto l’assenza di un suo interesse. In ogni caso, CRIF, prima di rispondere, può chiedere chiarimenti al delegato e, in mancanza di risposta esaustiva, può rifiutare la richiesta, informando anche il Garante. Questa procedura, a tutela dei diritti dell’interessato, è prevista dall’articolo 9 del Codice di Condotta.

Esistono sul web società che offrono a pagamento servizi di accesso ai dati del SIC ma che agiscono per propri fini di lucro. Il rischio di affidarsi a questi consulenti è di pagare cifre spropositate per poi non ottenere il servizio desiderato. CRIF ha raccolto diverse lamentele di consumatori che hanno pagato centinaia o talvolta migliaia di euro in anticipo per tali servizi e poi hanno dovuto attendere molto tempo prima di ricevere la propria visura.