06/10/2020

Chi investe e quanto nel settore Fintech? CRIF interviene alla MilanoFinanza Digital Week

Lo scorso 29 settembre, Enrico Lodi, Direttore Generale di CRIF, è intervenuto alla MilanoFinanza Digital Week all’interno del workshop “Chi investe e quanto nel settore?”
moderato da Stefania Peveraro, Presidente e Direttore Responsabile di BeBeez. Il settore delle Fintech è stato il tema centrale della tavola rotonda che ha visto la partecipazione, oltre a CRIF, di importanti player, quali P101 sgr, United Venture, Progetto Banca Idea e Digital Magics.

L’ultimo Osservatorio condotta da Business Private Data evidenzia che nei primi 9 mesi del 2020 le startup italiane, o fondate da italiani, hanno raccolto circa 135 milioni. In un mercato così in espansione come intercettare e quale tipo di legame istaurare con le startup?

Negli ultimi 5 anni, CRIF ha programmato piani di investimento principalmente su due fronti: interni ed esterni all’azienda. Per quanto riguarda il mercato, nei mesi scorsi abbiamo lanciato CRIF Digital Next, la piattaforma aperta e collaborativa che consente a player finanziari, assicurazioni e imprese di accelerare la trasformazione digitale, di far evolvere la user experience e di generare un processo di innovazione veloce e continuo, grazie a una vera e propria open collaboration. Si tratta di un vero e proprio ecosistema di open business che mettendo in connessione le soluzioni digitali, l’esperienza e la tecnologia di CRIF, le soluzioni complementari offerte da importanti partner, nonché quelli delle società partecipate o controllate da CRIF, consente ai nostri clienti di migliorare la loro offerta di servizi. Ad oggi, infatti, Alba Leasing, BorsadelCredito.it, BNL Gruppo BNP Paribas, Findomestic, Intesa Sanpaolo, Prestiamoci, Randstad, Sella Personal Credit e Vittoria Assicurazioni hanno scelto e riconosciuto il valore delle nostre soluzioni digitali end-to-end” – spiega Lodi.

Per quanto riguarda invece la direttrice interna di investimento, Lodi ha aggiunto: “Grazie alla creazione di una unità dedicata, InnovEcoS (Innovation & Ecosystem), disponiamo di un global innovation hub che alimenta le relazioni con startup e player innovativi a livello internazionale. Allo stesso tempo, i team locali hanno la libertà di istaurare nuove collaborazioni con startup o incubatori per alimentare, senza soluzione di continuità, l’offerta di servizi digitali end-to-end. È questa proposizione a guidarci nella ricerca e nella selezione di startup sul mercato italiano e internazionale per allargare l’ecosistema CRIF Digital Next. Le startup che entrano nell’ecosistema CRIF mantengono la loro identità al fine di garantire la contaminazione di pensiero e l’innovazione, che sono alla base del Dna di CRIF”.

Per maggiori informazioni: marketing@crif.com

Clicca qui per il video completo del workshop