EBA LOAN ORIGINATION E MONITORING: nuovi approcci e sviluppi futuri del credito nel banking

29 giugno 2022- Videoconferenza Webex

CRIF Academy - EBA LOAN ORIGINATION E MONITORING: nuovi approcci e sviluppi futuri del credito nel banking

Overview

Dal 30 giugno 2022 entreranno in vigore le “Guidelines on Loan Origination and Monitoring” (LOM), redatte dall’European Banking Autority (EBA), per i prestiti già esistenti e per quelli che richiedono rinegoziazioni o modifiche contrattuali. Sui nuovi finanziamenti sono operative già dallo scorso anno le raccomandazioni attraverso cui le banche si sono dovute impegnare ad irrobustire la governance, gli strumenti e i processi di valutazione del merito creditizio e di monitoraggio delle posizioni per assicurare l’elevata qualità creditizia delle nuove esposizioni. E’ ancora in corso un cambiamento radicale nella disciplina della concessione del credito, nell’ambito dell’operatività delle banche, nei criteri per la concessione e tali modifiche stanno riflettendo la loro influenza in particolare rispetto al segmento imprese che si sta adeguando per poter ottenere la concessione del credito richiesto.

La banca si configura come un partner finanziario fondamentale per la singola azienda, essendo in grado di confrontarsi con l’imprenditore e di individuare efficaci soluzioni per garantire l’equilibrio economico finanziario dell’impresa, andando così a prevenire possibili scenari di sovraindebitamento. Questo cambiamento deve essere letto, per quanto concerne l’esperienza italiana, con il Nuovo Codice della Crisi d’impresa - che entrerà in vigore il 15 luglio - che mette anch’esso in risalto l’importanza per le imprese di sviluppare la cultura finanziaria e di realizzare un opportuno assetto organizzativo.

Con le Linee Guida LOM l’EBA ha rivolto alle istituzioni bancarie e finanziarie, nell’ambito dell’analisi del rischio di credito del cliente, l’invito di “valutare la capacità attuale e futura del cliente” (approccio forward looking), con l’obiettivo finale di “promuovere un approccio proattivo al monitoraggio della qualità creditizia, individuando per tempo il credito in via di deterioramento”. La finalità, come sappiamo dunque, è non solo ridurre i rischi che le banche possono assumere, perciò prevenire la generazione di nuovi crediti deteriorati, ma trasformare in modo repentino la cultura del credito per migliorare i meccanismi di valutazione (in fase di concessione del prestito) e di monitoraggio (fino alla restituzione), avendo così una visione univoca della posizione finanziaria delle controparti.

Quanto previsto dalle Linee Guida EBA LOM ha impatti trasversali molto importanti per gli istituti finanziari che hanno dovuto modificare non solo il proprio modus operandi, ma anche la propria «cultura del credito». Si raccomanda, infatti, che gli “Enti dovrebbero assicurare che una cultura del rischio di credito sia attuata in modo efficace a tutti i livelli dell’organizzazione e che tutti i membri del personale coinvolti nei processi di assunzione, di gestione e di monitoraggio del rischio di credito ne siano pienamente consapevoli”.

Obiettivi

CRIF Academy - la Business School di CRIF - propone una giornata di formazione e aggiornamento con l’obiettivo di focalizzarsi sulle esperienze maturate nell’ultimo anno dall’applicazione delle Linee Guida EBA LOM e sui conseguenti impatti operativi e gestionali oltre che per promuovere la cultura del rischio.

Temi del corso

  • Quadro normativo di riferimento
  • Credit risk policy e procedure per la concessione ed il monitoraggio del rischio di credito
  • Modelli di valutazione del merito creditizio e processi decisionali per la concessione del credito
  • L’integrazione dei fattori ESG nei processi di governo del credito
  • L’adeguamento delle procedure per la concessione del credito
  • Il pricing e la misurazione delle performance
  • L’adeguamento atteso per il processo di monitoraggio e la riprogettazione dei sistemi di early warning: i Trigger.

Scarica l'agenda completa

Chi non deve mancare

Responsabili e addetti delle Aree: Crediti, Monitoraggio del Credito, Fidi, Risk Management, Organizzazione e Processi, Compliance, Internal Audit.

ISCRIVITI QUI


MODALITÀ DI ISCRIZIONE

L’iscrizione si intende perfezionata al momento del ricevimento del form on-line correttamente compilato entro e non oltre il 27 GIUGNO 2022. La quota di iscrizione al corso comprende il materiale didattico, l’attestato di partecipazione al corso, la formazione continuativa all’indirizzo crifacademy@crif.com, l’abbonamento annuale alla rivista Sintesi di CRIF, l’iscrizione alle newsletter di CRIF sui temi del credito, l’invito riservato agli eventi CRIF, la membership al CRIF Academy Alumni. CRIF si riserva il diritto di valutare le domande di iscrizione che perverranno e di non svolgere i corsi in caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, o per altre cause di forza maggiore ad oggi difficilmente prevedibili, con la restituzione delle quote di iscrizione già versate.

MODALITÀ DI DISDETTA

L’eventuale disdetta di iscrizione dovrà essere comunicata via email a crifacademy@crif.com, entro e non oltre il 7° giorno lavorativo precedente la data del corso. Trascorso tale termine, non verrà restituito l’importo versato. Si accetterà la partecipazione di un/una collega in sostituzione, purché il nominativo venga comunicato per iscritto a CRIF S.p.A. almeno un giorno prima del corso. CRIF S.p.A. si riserva il diritto di cambiare la data o il luogo del corso qualora si verificassero circostanze indipendenti o imprevedibili.

Per maggiori informazioni: crifacademy@crif.com - Tel. 051.4175110