Bologna, giovani e territorio: il futuro è nelle scuole. Dirigenti scolastici, esperti e rappresentati delle istituzioni per costruire insieme a BOOM un nuovo modo di fare formazione ai giovani

Bologna, 8 settembre 2022

Bologna, giovani e territorio: il futuro è nelle scuole. Dirigenti scolastici, esperti e rappresentati delle istituzioni per costruire insieme a BOOM un nuovo modo di fare formazione ai giovani

Bologna, 8 settembre 2022 - Il Comune di Castel San Pietro Terme ha ospitato un evento, completamente digitale, per illustrare ai dirigenti scolastici e ai membri delle strutture didattiche del territorio il progetto BOOM, il nuovo knowledge e innovation hub di CRIF ubicato a Osteria Grande e dedicato all'education, alla formazione e all'innovazione su temi di sviluppo tecnologico e di business.

Nello specifico, BOOM sarà un luogo fisico e digitale dove formazione, innovazione, imprenditoria si incontrano e si contaminano per generare nuove opportunità di crescita e favorire uno scambio continuo di know-how.

Il progetto è già partito con i primi laboratori e workshop online ma con l'inaugurazione fisica del nuovo insediamento, programmata negli ultimi mesi dell'anno, si aprirà rapidamente a collaborazioni nazionali e internazionali unendo risorse e competenze di diversi settori per fare crescere Bologna e la Regione Emilia-Romagna e contribuire a renderla sempre più un polo di riferimento per l'innovazione a livello europeo.

Tema centrale dell’incontro moderato da Fausto Tinti, Sindaco di Castel San Pietro Terme, è stato il processo di LIFELONG LEARNING e come questo possa supportane le scuole del territorio in un’evoluzione dell’approccio didattico, adattandosi al rapido cambiamento del contesto culturale, economico, sociale e tecnologico che caratterizza la società contemporanea.

Durante l’evento hanno preso la parola Loretta Chiusoli di CRIF ed Eugenia  Ferrara di Fondazione Golinelli - il principale partner di CRIF per la progettazione, la gestione e l'erogazione di tutte le attività educative e formative per le scuole - che, illustrando le peculiarità del progetto, hanno evidenziato l’esigenza crescente di sviluppare metodologie di apprendimento personalizzate, che supportino sia i docenti che gli studenti di ogni scuola e grado. Questo per gettare le basi per lo sviluppo di un mindset incentrato sulla cultura dell’innovazione e lo sviluppo di competenze e soft skills indispensabili per un mondo del lavoro in veloce e costante evoluzione.

Oltre alla presentazione delle positive esperienze presentate da Mimma Mastandrea, insegnante di scienze all'IC Paolo del Colle (Bari), e Stefano Brangani, insegnante di matematica e fisica all'Istituto Superiore di Mantova,  docenti che hanno partecipato alle precedenti edizioni dei percorsi BOOM EDUCATION, l’evento ha avuto come ospite d’eccezione Manuela Bonora, in rappresentanza di Rosa Grimaldi, consigliera delegata del Sindaco della Città metropolitana di Bologna, settore attrattività.

Nello specifico, le proposte di BOOM si articolano in quattro diverse aree:

BOOM EDUCATION, sviluppato da CRIF in collaborazione con Fondazione Golinelli, propone laboratori, corsi, eventi, campi estivi, hackathon e giornate formative per scuole, insegnanti e famiglie.

L’obiettivo è avvicinare studentesse e studenti, in maniera attiva ed esperienziale, a tematiche attuali e innovative, come finanza sostenibile, ambiente e sostenibilità, robotica sociale, intelligenza artificiale, sostenibilità, web&digital, supportandoli nello sviluppo di attitudini al problem solving, team working e design thinking. Gli insegnanti potranno sperimentare l'impiego di strumenti largamente utilizzati nei processi di open innovation, così da poter tradurre e adattare l’esperienza alle pratiche didattiche.

Le experience education si estenderanno anche a chiunque desideri sviluppare nuove competenze in ambito 3D modeling, intelligenza artificiale, digital storytelling, mentre agli universitari sarà dedicato il primo hackathon in programma per l’acquisizione di competenze trasversali e verticali ormai indispensabili nel mondo del lavoro.

Le attività di Boom Education prenderanno il via con tre proposte online: la prima, EntreTeaching, a partire il 1° aprile sarà dedicata a insegnanti, educatori e trainers, sulle metodologie dell'educazione all'imprenditorialità; in estate, per studenti delle scuole secondarie di II grado, Intelligenza artificiale Summer Camp, al fine di esplorare il vasto mondo dell'NLP (Natural Language Processing), il campo dell'Artificial Intelligence (A.I.) applicata alla comprensione del linguaggio scritto e parlato. Ancora, per studenti del terzo e quarto anno di scuola secondaria è in programma il Campus di imprenditorialità, un'esperienza immersiva di action learning per lo sviluppo di abilità lavorative trasversali.

BOOM LEARNING è un'area dedicata a professionisti, aziende e giovani in cerca di lavoro, ideata per approfondire attraverso percorsi ibridi (fatti di incontri in modalità e-learning e incontri fisici) competenze innovative legate agli ultimi trend, come ad esempio data science, open innovation e open business, digital transformation, digital payments, digital marketing, internet of things, sostenibilità ed ESG, temi legati all'innovazione tecnologica e alla cybersecurity.

I workshop permetteranno poi di mettere in pratica, supportati da esperti del settore, quanto appreso. Anche i giovani neo-laureati in cerca di occupazione potranno trovare un'opportunità di crescita con BOOM4HIRING, che offre percorsi di specializzazione (quali a titolo esempio: data scientist, data analyst, risk manager, business consultant, business analyst, SW developer Java e .net, cyber security specialist, digital marketing specialist, ESG Specialist…) per acquisire competenze associate alle figure professionali più ricercate oggi dalle aziende, con lo scopo di ridurre il gap (in crescita) di competenze richieste dalle aziende e profili di giovani disponibili.

BOOM INNOVATION, nato dalla sinergia tra CRIF e Fondazione Golinelli, unisce due percorsi, uno per grandi aziende e investitori e uno per start-up e giovani imprenditori e imprenditrici, per creare un ecosistema di condivisione di know-how ed expertise.

Lo scopo è sostenere e sviluppare lo spazio fragile e strategico che da sempre collega il mondo della ricerca e quello dell'impresa e favorire, nell'immediato, la creazione di una nuova imprenditorialità ad alto contenuto innovativo e tecnologico, investendo sui settori di eccellenza italiani.

In questo contesto, Fondazione Golinelli e CRIF anticipano I-Tech Innovation program 2022, la seconda edizione di una call dedicata a start-up dei settori Life Science&Digital Health, Fintech&Insurtech e Agritech&FoodTech, a cui si aggiungono quest'anno le due verticali sperimentali Social Impact e Industry 4.0, Big Data processing-HCP & Applied Artificial Intelligence (la prima edizione ha visto un investimento complessivo di circa 1 milione di euro).

Fondazione Golinelli e CRIF hanno poi creato StartHub, una community per affiancare startup e giovani realtà imprenditoriali in ogni fase del percorso di crescita e di evoluzione del modello di business, mettendo a disposizione un consolidato capitale di esperienze e competenze e un network di respiro internazionale con rappresentanti del mondo dell’impresa, della finanza e della ricerca.

I servizi offerti da BOOM Innovation saranno sviluppati dal team di innovazione di CRIF (InnovEcos) e faranno riferimento alle seguenti iniziative: Call4Idea (per la raccolta sistematica e la scelta di idee innovative all'interno delle aziende); incontri di matching tra start-up e aziende (per favorirne la conoscenza e lo scambio reciproco); sviluppo di POC tra aziende e startup (per elaborare dei primi prototipi insieme).

Tutte queste iniziative saranno rivolte ad aziende e a start-up per favorirne la conoscenza e lo sviluppo di progettualità comuni.

 

SPACES FOR LEARNING & INNOVATION PROJECTS: grazie alla sua architettura innovativa, BOOM proporrà al pubblico esperienze di realtà aumentata e virtuale, trasportandoli in un tunnel immersivo alla scoperta di tematiche attuali come la finanza sostenibile, l'imprenditorialità, la sostenibilità e la digitalizzazione.

I visitatori dell'insediamento di Osteria Grande potranno così apprendere attivamente attraverso il linguaggio che meglio conoscono, quello del gioco.

Inoltre saranno disponibili spazi di co-working e sale per conferenze stampa ed eventi.