08/07/2020

Superbonus del 110% e riqualificazione energetica del patrimonio edilizio

L’attenzione nei confronti della riqualificazione energetica degli immobili come volano per ridurre le emissioni di CO2 si giustifica per il fatto che questi ultimi risultano responsabili del 40% dei consumi finali di energia e del 36% delle emissioni di disossido di carbonio.

Il sistema del credito, in tale ottica assume un ruolo sempre più nevralgico per agevolare, grazie al proprio supporto, gli interventi sul patrimonio immobiliare esistente e in sviluppo, fungendo da vero e proprio albero di trasmissione ed abilitatore della trasformazione dello stock edilizio in chiave sostenibile.

Lo stretto e virtuoso connubio fra settore immobiliare e finanza viene ribadito ed esaltato dalle numerose iniziative regolamentari che si sono succedute negli ultimi anni sino a culminare nel recentissimo Decreto Rilancio (DL 19/05/2020 n. 34) di cui si attende ancora la conversione in legge.

A questo percorso di sensibilizzazione verso le tematiche della riqualificazione sostenibile degli immobili, CRIF non ha assistito come mera spettatrice passiva ma da anni è attivamente coinvolta, partecipando a gruppi di lavoro e a progetti comunitari su queste tematiche, oltre a far parte di primarie associazioni (Green Building Council) per lo sviluppo del “green” nel settore immobiliare. All’indomani della promulgazione del Decreto Rilancio, CRIF ha oggi messo a punto una suite di Servizi a Valore Aggiunto (VAS), Superbonus Journey, per supportare gli istituti di credito nel fornire ai propri clienti finali e/o alle imprese che svolgono i lavori un servizio valutativo e tecnico dall’approccio consulenziale ai fini del finanziamento degli interventi di efficientamento energetico del patrimonio immobiliare, compliant con l’impianto normativo anche sotto gli aspetti di ESG. In estrema sintesi, il Superbonus Journey si articola come segue, ma, essendo una suite composita di servizi, per il finanziamento e/o l’acquisizione del credito d’imposta, risulta estremamente flessibile, modulare e personalizzabile.

  1. Attestazione di Prestazione Energetica ex ante: per attestare la classe di efficienza energetica dell’immobile di partenza prima della realizzazione di (eventuali) interventi. Se presente e valido, potrà essere analizzato anche l’APE del cliente.
  2. Consulenza tecnica per gli interventi da effettuare: sia attraverso un software proprietario user friendly e interattivo che identifichi gli interventi da effettuare, il range di investimento e le classi energetiche di approdo, ma anche, in caso di un progetto già redatto da un consulente del cliente, verrà effettuata un’analisi di congruità sugli interventi previsti ed i costi stimati.
  3. Coordinamento attività di riqualificazione: nel caso in cui si decida di effettuare gli interventi previsti dal progetto di riqualificazione, in quanto eligibili per l’ottenimento dei benefici fiscali, CRIF potrà svolgere un’attività di coordinamento dei progettisti/direzione lavori e di project monitoring Ma su questa fase le soluzioni possono essere diverse (ad es. ESCO della banca, fornitore selezionato in un ecosistema condiviso con la banca, fornitore terzo scelto dal cliente, ecc.).
  4. Attestazione di Prestazione Energetica ex post: per verificare la classe energetica di approdo dopo la realizzazione degli interventi così da asseverare che si sia raggiunto l’obiettivo di innalzamento di due classi come previsto dal meccanismo del Superbonus per l’ottenimento del beneficio fiscale.
  5. Supporto amministrativo: caricamento sul sito ENEA della pratica legata all’intervento edilizio per accedere al Superbonus del 110% così da garantirne il completamento dell’iter anche dal punto di vista amministrativo e burocratico.

Superbonus Journey per finanziamento e/o acquisizione credito d’imposta

L’offerta di CRIF Value Added Services (VAS) per imprese e consumatori è integrata nella piattaforma CRIF Digital Next, che consente a financial player, assicurazioni e imprese di accelerare la loro trasformazione digitale, di far evolvere la user experience dei propri clienti e di generare processi di innovazione veloci, continui e sostenibili. Nello specifico, CRIF Digital Next mette a disposizione una piattaforma tecnologica aperta e collaborativa, un layer di dati e analytics unici, un basket di Value Added Services per imprese e famiglie; quali ad esempio protezione dei dati personali e cyber attack, Personal e Business Financial Management, supporto all’internazionalizzazione e alla crescita del business, servizi green a impatto ambientale e sociale.

Per maggiori informazioni: sintesiflash@crif.com