21/12/2020

Processi innovativi digitali anche per la gestione delle NPEs: l’innovazione CRIF protagonista del talk di AziendaBanca

Lo scorso 3 dicembre, Alberto Sondri, Executive Director di CRIBIS Credit Management e Consigliere NextLegal, e Gianluca Massimei, Equity Partner di Nctm Studio Legale e Amministratore Delegato di NextLegal, hanno partecipato come relatori al talk online “Nuovi modelli per la gestione delle NPEs” organizzato da AziendaBanca.

L’attuale contesto economico e gli impatti del Covid-19

Grazie ai dati presenti dall’Osservatorio NPE di CRIF si evidenzia come il deterioramento del credito sia stato contenuto grazie agli interventi a sostegno del credito promossi dal governo, dai singoli istituti e da associazioni di categoria.

Ad oggi gli interventi che riguardano le moratorie e la finanza agevolata hanno un volume circa di 400mld di euro (CRIF, dati Eurisc). Ovviamente si tratta di “misure tampone”: al termine delle moratorie e dei periodi di preammortamento dei crediti garantiti ci saranno da affrontare con buona probabilità problemi di sostenibilità finanziaria.

Per quanto riguarda la gestione degli NPE, nel 2020 non si è fermato lo smobilizzo dei crediti, strumento che potrà essere usato anche nel 2021 per contenere la crescita degli NPE

Modelli innovativi di collaborazione per una migliore gestione del credito: il modello NextLegal.

NextLegal è la neonata società tra avvocati per azioni promossa da un’iniziativa di Nctm Studio Legale e CRIBIS Credit Management. È una esperienza innovativa nel recupero dei crediti massivi e nel contenzioso seriale derivante dalla gestione dei portafogli di NPEs.

Lo studio legale si avvale degli asset peculiari dei suoi partner (know-how, tecnologie, informazioni) con l’obiettivo di portare valore tramite innovazione e sinergie, offrendo servizi su misura in particolare a banche, assicurazioni, imprese e investitori.

Next Legal sarà quindi lo Studio legale captive di CRIBIS Credit Management per lo specifico ambito dei procedimenti civili legati al recupero crediti giudiziale.

Trasformazione digitale e tecnologia nella gestione degli NPEs, soprattutto nello scenario post Covid-19

Il nostro sistema giudiziario sta attraversando un’importante evoluzione tecnologica. L’introduzione del Processo Civile Telematico, avvenuta nel 2014, rappresenta uno step rilevante.

Il Covid-19 ha accelerato i processi di digitalizzazione, che si ritenevano di futura applicazione e che in tale contesto sono diventati necessari.

Gli studi legali devono a loro volta adeguarsi a questo cambiamento e investire in tecnologia. Ma questo è possibile solo a fronte di capacità di investimento derivanti da fattori di scala e quindi concentrazione degli operatori.

Le soluzioni tecnologiche adottate da NextLegal, grazie anche ad informazioni e a software proprietari, consentiranno la completa condivisione e un monitoraggio in tempo reale delle attività esercitate, raggiungendo, al contempo, il massimo grado di automazione di tutte le funzioni ripetitive

Anche le mid-size company che si affidano a CCM-NextLegal possono beneficiare di servizi innovativi, senza dover affrontare ulteriori investimenti in tecnologia.

Guarda il video AziendaBanca Talk 

Per maggiori informazioni: marketingccm@crif.com