13/03/2018

Il valore aggiunto dell’outsourcing a supporto dell’Origination del credito: il caso di Creval

       Il Gruppo Credito Valtellinese (Creval) aveva l’esigenza di liberare le filiali dalle attività amministrative, per aumentare il focus su quelle commerciali; standardizzare e migliorare l’analisi della valutazione del merito creditizio; ridurre i costi e migliorare la qualità delle performance.

Per quanto riguarda le surroghe abbiamo affidato a CRIF l’attività di ingaggio del cliente e di pianificazione degli incontri con il notaio. Si tratta di una fase particolarmente delicata in cui è fondamentale potersi avvalere di un outsourcer affidabile” - spiega Alberto Fiorino, Responsabile Area Organizzazione, ICT e Operations di Creval.
CRIF si occupa, inoltre, della selezione e ingaggio dei notai in base a criteri di professionalità ed economicità, consentendoci di attuare programmi di ottimizzazione della spesa. CRIF gestisce poi le minute, documenti che qualora risultassero poco precisi ritarderebbero le fasi di istruttoria e di erogazione” - continua Fiorino.

L’accentramento delle fasi di coordinamento pre-realizzazione dell’atto notarile e l’esternalizzazione della predisposizione della minuta dell’atto di mutuo hanno portato numerosi benefici: la diminuzione delle attività amministrative a basso valore aggiunto, l’aumento della potenza commerciale, la riduzione del 30% del ticket medio dell’atto notarile e la riduzione dei tempi di lavorazione delle pratiche.

A marzo 2016, la quota del margine di errore nella predisposizione degli atti era pari al 18%, valore sceso a 14% nell’aprile 2017 e che si è poi azzerato in agosto. Lo stesso è avvenuto per la verifica documentale, per la quale nel marzo 2016 la percentuale di errori era del 12%, che si è dimezzata nell’aprile dell’anno successivo per poi diventare nulla nell’agosto del 2017” - spiega Fiorino.

La valutazione immobiliare e l’Istruttoria in fase di Credit Origination

Scegliendo il servizio CRIF Valutazione Immobili, Creval ha potuto esternalizzare l’intero processo di valutazione degli immobili residenziali: dall’incarico al perito, al contatto con il cliente finale per definire la data del sopralluogo, fino alla redazione della perizia.
L’affidamento a CRIF della gestione delle perizie immobiliari ha portato indubbiamente a notevoli benefici in termini di contrazione dei costi, di ottimizzazione dei tempi e di crescita dello standard qualitativo del servizio, con conseguente ricaduta positiva sul livello di soddisfazione da parte della clientela” - sottolinea Fiorino.

CRIF infatti garantisce a Creval la selezione e formazione di una rete di oltre 500 periti nel rispetto dei requisiti normativi, metodi di valutazione compliant agli standard internazionali e un’attività puntuale di Controllo Qualità svolta su ogni perizia da un ufficio dedicato.

Guarda la videointervista ad Alberto Fiorino, Responsabile organizzazione e IT - CREVAL

Per maggiori informazioni: marketingbpo@crif.com e marketingres@crif.com

Scopri le success story Originate