13/12/2018

“Credito al credito 2018”: quadro normativo e digital una nuova energia per i lender

Lo scorso 29-30 novembre si è svolta la nona edizione dell’evento “Credito al Credito 2018: energia per lo sviluppo” promosso da ABI e dedicato al mercato del credito di famiglie e imprese.

Alla tavola rotonda “Le nuove frontiere della domanda: ingaggio e idealizzazione del cliente digitale”, è intervenuta Elisabetta Pancaldi, Channel Director Personal Finance & Alternative Lending di CRIF, con uno speech dal titolo “La nuova energia dell’open banking: tra customer experience e sostenibilità”.

“L’andamento delle interrogazioni del SIC di CRIF evidenzia come il mercato del credito stia vivendo un periodo positivo: i primi 10 mesi del 2018 registrano un costante incremento della domanda di credito delle famiglie italiane. Inoltre, in questo scenario positivo, si è consolidata la crescita delle richieste verso i player digitali, con tassi incrementali più che doppi rispetto ai player tradizionali. D’altra parte il digital e la PSD2 stanno segnando nuove strade e approcci verso l’Open Banking, di conseguenza i lender non possono prescindere dal conoscere l’ecosistema all’interno del quale si muove il cliente. Si sta quindi delineando l’era C2B in cui per fidelizzare il cliente – consumer o business – è necessario comprendere le esigenze e i comportamenti, offrendo da un lato servizi a valore aggiunto e dall’altro una customer experience sempre più personalizzata. A tal proposito, CRIF mette a disposizione dei lender analytics sempre più raffinati che integrano le movimentazioni di conto corrente con quelle creditizie per una valutazione potenziata del profilo del cliente. Inoltre, l'innovativa piattaforma INSP - Intelligent Network Services Platform, che si fonda su un mix distintivo di conoscenza, informazioni aumentate e tecnologie, che funge da punto di incontro tra produttori e distributori di servizi a favore di consumatori e imprese, creando valore aggiunto per tutti gli attori coinvolti” – spiega Elisabetta Pancaldi.

Looking foward to 2020

Durante la seconda giornata dell’evento Stefano Magnolfi, Executive Director di CRIF Real Estate Services, è intervenuto alla tavola rotonda di approfondimento dal titolo “Crediti per la sostenibilità e l’efficienza energetica”.
“Il finanziamento ‘agevolato’ sotteso all’acquisto di abitazioni a elevata prestazione energetica oppure per lavori di ristrutturazione volte al miglioramento di classe energetica, si basa sul presupposto che tali immobili non solo valgano di più rispetto a quelli ‘normali’, a parità delle altre caratteristiche, ma che conservino maggiormente il valore nel tempo in quanto più resilienti alla volatilità del mercato. L’effetto positivo sul valore di mercato degli immobili riferibile alla componente ‘efficienza energetica’, che giustifichi quindi una agevolazione ai finanziamenti per questa tipologia di immobili ed interventi, è stato oggetto di misurazione grazie a un modello di valutazione automatica (AVM) estremamente sofisticato che ha permesso di osservare e di quantificare quanto poteva altresì essere presumibile a livello intuitivo, ovvero che il ‘premium price’ della componente ‘green’ sia maggiormente positivo al crescere della classe energetica e viceversa. Gli istituti di credito potranno avere un ruolo proattivo in tale ambito, supportando la clientela retail nella scelta green, poiché il consumatore deve valutare la convenienza di interventi di efficientamento energetico, analizzandone i costi attuali vivi e i benefici prospettici” – commenta Stefano Magnolfi.

Scopri la videointervista di Bancaforte a Stefano Magnolfi

Infine, “Prevenire è meglio che curare” è il titolo dell’intervento di Giancarlo Montorsi, Management Consulting & Solutions – Manager, che ha spiegato gli strumenti innovativi a supporto della corretta selezione e gestione della clientela imprese.

“Prevenire significa anche sviluppare il business in modo sostenibile, e in particolare:

  • Attrarre nuovi clienti digital, in linea con una customer journey su misura.
  • Effettuare valutazioni di rischio ‘allargate’, ‘fast’ e ‘forward looking’.
  • Selezionare in modo mirato la clientela target, per uno sviluppo sostenibile.
  • Supportare la digital transformation e la ‘digital attitude’ dei clienti.

Gli strumenti innovativi che mette a disposizione CRIF per rispondere a tali esigenze sono da un lato le analisi forward looking sui principali settori economici che abilitano processi decisionali robusti e sostenibili nel tempo, dall’altro le analisi di Filiera che permettono una nuova prospettiva di studio del mercato e di definizione delle strategie bancarie. Infine, supportiamo il cliente nella ‘digital attitude’ per identificare e promuovere nuove opportunità di business attraverso una piattaforma end-to-end di digital onboarding” - spiega Montorsi.

Scarica gli atti dell’evento