Attenzione alle truffe telefoniche – come evitarle

Ti segnaliamo che purtroppo sono sempre più numerosi i tentativi di truffa ad opera di criminali informatici effettuati attraverso telefonate apparentemente provenienti da numeri di telefono ufficiali di istituti e società note come CRIF. L’obiettivo delle chiamate è quello di convincere con l’inganno la vittima a farsi consegnare dati personali, password o informazioni bancarie per prelevare denaro simulando situazioni di emergenza o facendo leva sulla curiosità verso offerte allettanti.

Ad esempio i criminali contattano gli interessati con la scusa che risultano operazioni sospette a loro carico, come ad esempio una richiesta di finanziamento anomala con un Istituto di Credito, e per questo chiedono informazioni riservate in merito a carte di credito e conti di pagamento con la scusa che le suddette informazioni sarebbero necessarie per identificare l’interessato, segnalare l’operazione sospetta e/o sventarla.

Questi truffatori possono anche chiedere di autorizzare operazioni di pagamento riferendo che i relativi importi verranno successivamente rindebitati, ma nella realtà stanno facendo di tutto per ottenere denaro che non verrà mai restituito.

Non fidarti mai di questo tipo di telefonate e non rilasciare alcuna informazione. Ricorda che CRIF non ti contatterà mai per farsi rilasciare informazioni così riservate come quelle relative al tuo conto di pagamento o alla tua carta di credito.

Presta quindi molta attenzione alle telefonate che ricevi, anche se si presentano da numeri di telefono conosciuti come il numero di CRIF dedicato ai consumatori 051/6458900. Il numero di telefono 051/6458900 è abilitato solo a ricevere le telefonate degli interessati, e non ti può chiamare.