Febbraio 2021

NPL Management e governance dei processi: Intesa Sanpaolo racconta i fattori di successo con CRIF

“I principali obiettivi raggiunti nel 2020 hanno interessato l’affinamento del data quality inerente le informazioni connesse ai crediti NPL e il processo di certificazione dei valori contabili. Prossimamente l’intenzione della Banca è quella di estendere il perimetro anche al portafoglio degli Unlikely to Pay, oltre che a valutare l’utilizzo delle informazioni recuperate nell’attività di Due Diligence dei portafogli in potenziale cessione. Infatti, la possibilità di ottenere informazioni aggiornate e certificate (ottenute direttamente dalla fonte ufficiale – Ministero della Giustizia) permetterà di effettuare una reale analisi sulla consistenza effettiva del portafoglio Secured, fondamentale per una corretta valorizzazione di un portafoglio in cessione”.

Marco Zamara, Responsabile Credit Analytics & Data, Direzione Centrale Governo del Credito, Area di Governo Chief Lending Officer, di Intesa Sanpaolo

L’area di Credit Analysis di Intesa Sanpaolo si occupa di reporting strategico e offre supporto gestionale alle strutture crediti. La struttura ha l’ownership funzionale delle procedure crediti, e collaborando in modo sinergico con le altre strutture della direzione centrale governo del credito, fornisce supporto sia in termini di qualità del dato sia in termini di tecnologie evolutive a supporto dei processi. Intesa Sanpaolo ha portato avanti, in collaborazione con CRIF, un importante progetto in tema di dati, metriche di valutazione, processi e governance che ha riguardato il mercato degli NPL.

Prodotti e Servizi

NPL Management

La gestione in outsourcing dei Non Performing Loans prevede l’impiego delle più efficaci strategie di collection in base al singolo portafoglio NPL e si avvale di processi massivi di recupero di tipo stragiudiziale e giudiziale per massimizzarne il valore.