Bologna, 18 maggio 2020

Alma Mater e CRIF rinnovano la collaborazione per altri cinque anni

La collaborazione tra l'Università di Bologna e CRIF dura ormai da molti anni e spazia su diversi ambiti di ricerca, quali quello economico-scientifico e tecnologico. Il sodalizio garantisce agli studenti un'opportunità concreta di rapportarsi con il mondo del lavoro in una realtà - di respiro internazionale come CRIF - nella quale l’innovazione continua, l’utilizzo delle tecnologie più evolute e la cultura di Information Management sono caratteristiche intrinseche nel DNA dell’Azienda e sono alla base di rilevanti investimenti in ricerca e sviluppo.

La collaborazione fra Università e l’Azienda offre un vero e proprio ponte per gli studenti che terminano la loro formazione ed entrano nel mondo del lavoro, utilizzando canali quali Career Day e Recruiting Day organizzati dall’Università di Bologna, presentando testimonianze aziendali all’interno di diversi corsi di laurea e master e, soprattutto, offrendo tirocini da svolgere in azienda. Per quanto riguarda la didattica, il connubio CRIF-Unibo ha permesso l’avvio di importanti e proficui progetti didattici e scientifici.

Nello specifico, il Master di II livello in “Quantitative Risk Management” è nato nel 2017 proprio dalla collaborazione tra il Dipartimento di Scienze Statistiche e Scienze Economiche dell’Università di Bologna e CRIF, con lo scopo di formare esperti nella gestione dei rischi degli intermediari finanziari, fornendo competenze per affrontare gli aspetti di frontiera nella misura e nella gestione del rischio anche attraverso l’analisi dei Big Data.
Con gli stessi obiettivi, nel 2018 è stato lanciato il Master di I livello in "Cyber Security: from design to operations", in collaborazione con il Dipartimento di Informatica – Scienza e Ingegneria, con lo scopo di formare, in un contesto aziendale, esperti di sicurezza informatica delle infrastrutture hardware-software deputate alla gestione di sistemi critici e al trattamento delle informazioni.
Per entrambi i Master, CRIF ha messo a disposizione alcune borse di studio a supporto degli studenti più meritevoli, oltre ad attivare tirocini altamente professionalizzanti all’interno del percorso didattico.

Sempre nel 2018, CRIF ha affiancato la Scuola di dottorato in Data Science and Computation con una borsa di studio sponsorizzata nell’ambito dei Big Data, rimarcando l’interesse di promuovere una formazione di alto livello nel campo del Data Science vista la centralità di questa professionalità all’interno del Gruppo.

A fine 2019, infine, è stato organizzato da CRIF, in collaborazione con Unibo, l’Hackaton a tema “Open Banking Innovation” che ha visto la partecipazione di 50 studenti neolaureati e laureandi del Dipartimento di Informatica Scienze e Ingegneria (DISI). L’evento è stato concepito come una no-stop di 24 ore durante la quale i giovani partecipanti divisi in team e supportati dagli esperti di CRIF Global Technologies, si sono messi alla prova per definire e risolvere un business case sul tema open banking. Alla squadra vincitrice CRIF ha conferito un premio del valore di 5.000 euro.


Con il rinnovo della collaborazione, si prevedono nuove iniziative che andranno a toccare anche ambiti di ricerca e innovazione, trasferimento tecnologico, internazionalizzazione, cooperazione allo sviluppo e sostenibilità. Inoltre, sono in fase di definizione la didattica e la modalità di svolgimento dell’edizione 2020-2021 dei Master in “Quantitative Risk Management” e in "Cyber Security: from design to operations", che partiranno tra fine 2020 e inizio 2021.

selezione@crif.com