19/07/2018

Aperte le iscrizioni alla terza edizione del Master UNIBO-CRIF in Quantitative Risk Management

Si allarga il comitato scientifico dell’Università di Bologna all’interno del Master di II livello in Quantitative Risk Management, oltre al Dipartimento di Scienze Statistiche quest’anno è stato coinvolto il Dipartimento di Scienze Economiche. Mentre CRIF si conferma partner consolidato - anche per questa terza edizione - per formare i Quantitative Risk Manager del futuro, ossia professionisti esperti nella misura e gestione dei rischi di mercato, di credito e di liquidità.

In particolare, il Master fornisce le competenze per affrontare gli aspetti di frontiera nella misura e nella gestione del rischio, nel contesto dei recenti sviluppi della regolamentazione. Il corso, della durata di un anno, sarà suddiviso in due parti. Nella prima parte saranno affrontati i concetti principali di probabilità, statistica, econometria, ingegneria finanziaria e istituzioni dei mercati dell’intermediazione finanziaria. Nella seconda parte, invece, saranno introdotti gli aspetti di frontiera del rischio di mercato, di credito e di liquidità, con particolare approfondimento sull’analisi dei cosiddetti big data. Infine, per favorire l’inserimento dei partecipanti nel mondo del lavoro, sarà svolto un tirocinio pratico della durata di 300 ore presso CRIF o una delle aziende partner.

Il corso è rivolto a laureati magistrali in economia, statistica, matematica, fisica, ingegneria e scienze politiche (con solide basi quantitative). È richiesta una conoscenza adeguata della lingua inglese, certificazione per un livello B1 o superiore. In assenza di certificato, la conoscenza della lingua inglese verrà valutata in sede di selezione attraverso un colloquio. CRIF mette a disposizione 5 borse di studio del valore di 5.000 euro che verranno assegnate ai candidati classificati nelle prime 5 posizioni della graduatoria di selezione. Le iscrizioni scadono il 20 novembre, e il bando 2018-2019 è disponibile al seguente indirizzo: bando

Abbiamo chiesto al Prof. Andrea Resti docente del corso Financial Regulation - nonché Professore associato presso l’Università Bocconi e CRIF Senior Advisor - le principali ragioni per investire in alta formazione nel campo del quantitative finance.

Per maggiori informazioni su insegnamenti e corpo docente