Bologna, 26 febbraio 2020 - presso la sede CRIF

CRIF Academy: L’ABC dell'ILAAP - Tutto quello che c'è da sapere per valutare l'adeguatezza della liquidità

Overview

A causa del fenomeno della trasformazione delle scadenze, le banche sono naturalmente esposte al rischio di liquidità, ossia al rischio di non essere in grado di far fronte agli obblighi di pagamento per l’incapacità sia di reperire fondi sul mercato (funding liquidity risk) sia di smobilizzare i propri attivi (market liquidity risk). Tale condizione impone alle banche di approntare un adeguato sistema di governo e gestione di questa particolare tipologia di rischio, che “deve essere integrato in quello complessivo dei rischi ed includere controlli incisivi e coerenti con l’evoluzione del contesto di riferimento”.

La Vigilanza bancaria della BCE, nell’ambito del più ampio processo di revisione e valutazione prudenziale (Supervisory Review and Evaluation Process, SREP), esamina annualmente i livelli di capitale e di liquidità (ICAAP e ILAAP) degli enti e ne analizza la qualità, trattandosi di elementi essenziali per la capacità di tenuta delle singole banche. La BCE si aspetta che gli enti valutino i rischi assunti e che individuino, gestiscano in maniera efficace e coprano con livelli di capitale e liquidità sufficienti tutti i rischi rilevanti, nel continuo e in ottica prospettica; le Guide forniscono informazioni dettagliate sulle aspettative della BCE in materia, in vista di una più coerente ed efficace attività di vigilanza. In particolare la Direttiva prevede che gli enti creditizi siano dotati di strategie, politiche, processi e sistemi solidi per identificare, misurare, gestire e monitorare il rischio di liquidità su una serie adeguata di orizzonti temporali, anche infra-giornalieri, in modo da assicurare che gli enti mantengano riserve adeguate.

Obiettivi

L’Internal Liquidity Adequacy Assessment Process (ILAAP) rappresenta uno strumento fondamentale di individuazione e controllo del rischio di liquidità per gli enti creditizi che sono tenuti a produrre e monitorare il funding plan. La giornata formativa ha l’obiettivo di affiancare gli operatori, anche neofiti, nella migliore comprensione della normativa di riferimento e preparazione della documentazione relativa all’acquisizione delle informazioni ILAAP ai fini dello SREP collegandola e valorizzando quanto previsto per l’ICAAP, in linea con gli Orientamenti EBA.

Temi del corso

  • CRIF Market Outlook: l’Osservatorio CRIF sul mercato del credito;
  • Valutazione dei rischi che impattano sulla liquidità e sul funding nello SREP;
  • Orientamenti EBA sull’acquisizione delle informazioni ICAAP e ILAAP ai fini dello SREP;
  • Guida del Meccanismo di Vigilanza Unico sull’ILAAP (BCE – Consiglio di Vigilanza).

Scarica l'agenda completa

Chi non deve mancare

Addetti, specialisti, responsabili dell'area Risk Management, Pianificazione e Controllo, Crediti, Fidi,  Audit e Mercato e tutti coloro che hanno interesse a maturare una consapevolezza ed una sensibilità sul  tema della liquidità.

ISCRIVITI AL CORSO


MODALITÀ DI ISCRIZIONE

L’iscrizione si intende perfezionata al momento del ricevimento del form on-line correttamente compilato entro e non oltre il 24 febbraio 2020. La quota di iscrizione al corso comprende il materiale didattico, coffee break e light lunch (se previsti), l’attestato di partecipazione al corso, la formazione continuativa all’indirizzo crifacademy@crif.com, l’abbonamento annuale alla rivista Sintesi di CRIF, l’iscrizione alle newsletter di CRIF sui temi del credito, l’invito riservato agli eventi CRIF, la membership al CRIF Academy Alumni. CRIF si riserva il diritto di valutare le domande di iscrizione che perverranno e di non svolgere i corsi in caso di mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, o per altre cause di forza maggiore ad oggi difficilmente prevedibili, con la restituzione delle quote di iscrizione già versate.

MODALITÀ DI DISDETTA

L’eventuale disdetta di iscrizione dovrà essere comunicata via email a crifacademy@crif.com, entro e non oltre il 7° giorno lavorativo precedente la data del corso. Trascorso tale termine, non verrà restituito l’importo versato. Si accetterà la partecipazione di un/una collega in sostituzione, purché il nominativo venga comunicato per iscritto a CRIF S.p.A. almeno un giorno prima del corso. CRIF S.p.A. si riserva il diritto di cambiare la data o il luogo del corso qualora si verificassero circostanze indipendenti o imprevedibili.

Per maggiori informazioni: crifacademy@crif.com - Tel. 051.4176238