07/05/2020

Fai sapere al mercato che la tua impresa è ripartita: CRIBIS lancia ItaliaRiparte.com

Il lavoro delle aziende italiane e in particolare delle PMI sta iniziando a ripartire, in quanto solo pochissimi settori hanno potuto evitare il lockdown. Per questo, in questo momento di difficoltà CRIBIS ha voluto focalizzarsi sulla fase di ripartenza dell’economia. “Il mondo ci aspetta”: questo principio ha guidato CRIBIS nel progettare e dare vita ad un’iniziativa che permettesse alle imprese italiane di far sapere al mercato che sono tornate in attività.

Per questo CRIBIS ha lanciato ItaliaRiparte.com, un portale per permettere alle imprese italiane di far sapere al mercato che sono tornate in attività: le aziende devono infatti riallacciare e rafforzare i propri legami d’affari con clienti, fornitori, distributori e importatori e per fare questo è fondamentale aggiornare e arricchire le proprie informazioni nel patrimonio informativo di CRIBIS.

Su ItaliaRiparte.com le aziende possono arricchire i propri dati, rispondere a un rapido questionario sulla propria attività e aggiungere foto e brevi video certificati da CRIBIS per “far vedere” ai propri interlocutori che l’attività dell’impresa è ripartita. L’aggiornamento è totalmente gratuito e non ha finalità di promozione di prodotti e servizi di CRIBIS. La compilazione del questionario richiede pochi minuti.

Con ItaliaRiparte.com le imprese potranno quindi usufruire di una valutazione aggiornata che permetterà loro di avere maggiore credibilità sul mercato e posizionarsi come interlocutore affidabile in un momento in cui nessun settore commerciale è risparmiato dalla crisi.
Non solo, l’iniziativa vuole anche facilitare l’accesso al sistema del credito, promuovendo e rafforzando la trasparenza e la credibilità delle imprese all’interno del complesso rapporto banca-impresa. D’altra parte, infatti, gli istituti di credito potranno aggiornare e integrare i propri sistemi di valutazione e monitoraggio del merito creditizio delle imprese con informazioni fresche e aggiornate e indicatori “aumentati”, ossia affinati alla nuova situazione. In una logica di rilancio complessivo del sistema e di supporto consulenziale alle imprese, gli istituti di credito stessi possono promuovere l’iniziativa ItaliaRiparte.com presso le imprese loro clienti attivando un circolo di fiducia virtuoso per un rilancio rapido e sostenibile del Paese.

L’emergenza sanitaria in corso in Italia sta infatti avendo un notevole impatto sul capitale circolante delle PMI. Secondo un’analisi di CRIF Ratings su un campione di circa 84.000 piccole e medie imprese italiane ci sono circa 37.000 aziende (44% del campione) che affrontano l’attuale emergenza partendo da situazioni di liquidità delicate o senza molti margini di manovra.
Nonostante le iniziative di Commissione Europea, BCE e Governo italiano finalizzate al sostegno delle imprese, i tempi lunghi di immissione della liquidità sul mercato, il calo dei ricavi e il generale clima di incertezza potrebbero essere cruciali per la sopravvivenza delle PMI, che rappresentano più del 95% delle nostre imprese.
Nel contesto di questa crisi senza precedenti CRIBIS è consapevole dell'importanza del proprio ruolo nel facilitare le relazioni di affari tra le aziende per superare questo difficile momento. Inoltre la fortissima vocazione all’export delle aziende italiane e il peso del commercio estero sul PIL italiano rendono il ruolo di CRIBIS, unico partner italiano del Dun & Bradstreet Worldwide Network, ancora più strategico per l’economia nazionale.

La qualità delle informazioni, la costante innovazione delle soluzioni e la vicinanza al cliente anche in questi momenti di grande difficoltà e incertezza sono da sempre il cuore della mission di CRIBIS. Allo stesso tempo, facilitare le relazioni d’affari tra le aziende e l’accesso al credito è il ruolo che CRIBIS si è scelta per aiutare l’economia italiana a ripartire e superare la crisi del Covid-19.

Fai sapere al mercato che la tua impresa è ripartita!